prodotti gr estintori

Olindo: 347.31.86.310
Rino: 349.68.93.944

Assistenza con officina mobile!

Gli estintori sono apparecchi utilissimi per spegnere un incendio. Oggi è possibile scegliere tra varie tipologie di estintori, ognuno contenente uno specifico agente estinguente, adatto a seconda dei casi, ai vari tipi di incendi.

Per fare un esempio pratico, l’acqua, che è uno degli agenti estinguenti più utilizzati di sempre, non può essere utilizzata per spegnere un incendio provocato da idrocarburi leggeri, poiché questi, che galleggiano su di essa, vengono di nuovo a contatto con l’ossigeno. Gli estintori ad anidride carbonica, invece, vengono molto utilizzati per i meccanismi più delicati, poiché non lasciano residui, ma è necessario impiegarli con cautela negli ambienti chiusi.

Gli estintori sono classificati in base a:

  • Capacità di spegnimento dei vari combustibili e tipologie di agente estinguente contenuto;
  • Tipo di propellente contenuto;
  • Quantità dell’estinguente contenuto.

Le tipologie di estintori

Estintore a polvere

Questo estintore contiene polvere antincendio, che è composta da sostanze chimiche varie, che vengono a loro volta mischiate tra di loro, aggiungendo additivi, capaci di migliorarne le caratteristiche di idrorepellenza e fluidità.

Queste sono le varie tipologie di polveri utilizzate:

  • ABC – si tratta di una polvere perfetta per spegnere vari tipi di incendio (gas e liquidi infiammabili, carbone, carta e legno). In genere, viene realizzata con solfato di bario, fosfato d’ammonio e solfato.
  • BC – questa polvere è specifica per incendi a base di gas o liquidi infiammabili ed è principalmente costituita da bicarbonato di sodio.

In pratica, le polveri chimiche, spengono gli incendi “soffocando” il materiale in combustione, togliendogli ossigeno.

Estintore ad anidride carbonica

La struttura di un estintore ad anidride carbonica, è differente da quella degli altri estintori. Questo perché è costituita principalmente da una bombola di acciaio, un pezzo unico dallo spessore adeguato, che contiene anidride carbonica (CO2) liquefatta e compressa. Il gruppo valvolare, non dispone ne di valvola per il controllo della pressione e nemmeno di un attacco manometrico. Altro elemento caratteristico che distingue questo estintore dagli altri, è il colore dell’ogiva, un grigio chiaro, che corrisponde al colore delle sostanze pericolose prescritto nei manuali. Questo estintore è perfetto per estinguere incendi di classe B e C. Le normative ne prescrivono l’installazione nei pressi dei quadri elettrici, in quanto contengono gas inerte.

Estintore a schiuma

Qui bisogna distinguere tra due tipologie differenti di estintori a schiuma:

  • Estintore a schiuma meccanica – questo contiene acqua miscelata a liquidi schiumogeni. L’apparecchio dispone di una lancia di scarica con fori, che aspira l’aria necessaria per fare espandere la schiuma.
  • Estintore a schiuma chimica – questo sfrutta la reazione di due sostanze, bicarbonato di sodio e solfato di alluminio, che vengono miscelate al momento dell’impiego, producendo una reazione chimica che ne causa la fuoriuscita.

Vengono impiegati per spegnere incendi di classe A e B, per soffocamento.

Estintore ad idrocarburi alogenati

Si tratta di un estintore molto simile a quello a polvere, per le caratteristiche tecnico costruttive, ma contiene agenti estinguenti comunemente detti Halons (idrocarburi alogenati), adatti per spegnere incendi di classe A, B e C, oltre al fuoco che si propaga su apparecchi ad alta tensione. Gli idrocarburi alogenati, hanno la proprietà di interporsi tra l’ossigeno e il comburente, per estinguere il fuoco, sottraendo l’ossigeno stesso.

Noi di Gr estintori offriamo installazione e assistenza su qualsiasi tipologia di estintore. Lavoriamo in tutte le province della Campania: Avellino, Salerno, Benevento, Napoli e Caserta. Contattaci subito per un preventivo.

Segnaletica per aziende

ASSISTENZA IN TEMPO REALE

 

Olindo: 347.31.86.310
Rino: 349.68.93.944

img16
CONTATTACI SUBITO
PER RICHIEDERE IL TUO ESTINTORE!